Tavoladisegno22copia

Telefono 095-8264103

E-mail coopsociale.mosaico@gmail.com

Pec mosaico3@legalmail.it

LogoEbbene
logosolco

MINORI E GIOVANI

©​ Mosaico Cooperativa Sociale 2018, tutti i diritti riservati

 

Mosaico affronta la sfida verso il futuro progettando e gestendo servizi e attività destinati a minori e giovani sia che questi si trovino in una particolare condizione di disagio o fragilità, sia che debbano affrontare il loro normale percorso di crescita.

 

L’esperienza degli operatori di Mosaico ha permesso di strutturare azioni con alta valenza educativa e formativa, fortemente orientati al contrasto alle Mafie. La chiave di tutti i progetti è la valorizzazione del protagonismo giovanile, determinando percorsi di responsabilizzazione che rendano i giovani artefici del proprio futuro e custodi dei luoghi che abitano.

 

Di seguito i servizi e progetti rivolti ai minori e giovani

 

Le Voci di Librino

Le Voci di Librino, piccoli speaker crescono.

Il progetto “Le Voci di Librino” offre ai giovani del rione catanese, con particolare attenzione a coloro che hanno avuto problemi con la giustizia e si trovano in una fase di reinserimento sociale, la possibilità di fare un’esperienza formativa e di vita in radio.

La radio come strumento di comunicazione per diffondere la cultura della legalità tra i giovani residenti a Librino, una delle periferie più a rischio di Catania. Partener della Cooperativa Mosaico sono Associazione Radio Lab, Associazione The Hub e Associazione Talita Kum.

La Cooperativa Mosaico si occupa:

 

  • Della presa in carico dei giovani segnalati dall’Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni e dai   servizi sociali del Comune di Catania;
  • Della gestione di percorso formativo per lo sviluppo di abilità pratiche;
  • Di fornire strumenti utili per la stesura di un curriculum;
  • Di tutoraggio.

 

Progetti professionalizzati con Istituto Penale per Minorenni

In sinergia con il Consorzio Sol.Co., la Cooperativa Mosaico realizza progetti formativi per detenuti dell’Istituto Penale per Minorenni di Acireale, creando opportunità di confronto, rafforzando le loro competenze e favorendo l’inserimento sociale e lavorativo.

 

I progetti professionalizzanti curati da Mosaico prevedono la presa in carico dei minori e la costruzione di un percorso a fasi: orientamento, bilancio di competenze e corso di abilità sociali.

 

Il cuore del percorso è la costruzione di competenze specifiche spendibili nel mercato del lavoro con corsi esperienziali di:

  • Avviamento all’edilizia;
  • Avviamento all’impiantistica;
  • Avviamento alla ristorazione.

 

“Messa alla prova”

In collaborazione con gli assistenti sociali dell’USSM (Ufficio Servizio Sociale Minorenni), Mosaico realizza progetti individualizzati destinati ai minori sottoposti alla misura di Messa alla prova.

 

Con questo progetto la cooperativa vuole valorizzare il percorso educativo, formativo e relazionale dei giovani sottoposti a questa misura.

 

Gli obiettivi del percorso educativo si raggiungono attraverso:

  • Progettazione e realizzazione di interventi educativi che valorizzino le capacità del minore e favoriscano lo sviluppo di nuove competenze;
  • Creazione di una rete di risorse formali e informali per superare l’isolamento culturale e relazionale del giovane;
  • Reinserimento del minore nel tessuto sociale.

 

 

LevocidiLibrino

GIOVANI E AGGREGAZIONE

Mosaico anima diversi centri aggregativi del catanese anche all’interno di beni confiscati alla mafia e restituiti alla comunità. Le attività con preminente valenza socio-educativa incentivano il confronto e dialogo tra i giovani, facilitando la realizzazione di azioni di impatto positivo sul territorio.

 

Mondo “YEPP”

Nel 2014 la Cooperativa Mosaico entra a far parte del progetto internazionale Yepp (Youth Empowerment Partnership Programme), diffuso nel nostro Paese dal 2011 con l’Associazione Yepp Italia, diventandone attore sul territorio.

 

Yepp Italia ha lo scopo di promuovere il "sapere" e il "saper fare" sui temi dell’empowerment giovanile e della partecipazione attiva dei giovani alla vita della comunità e di sviluppare collegamenti tra la rete italiana e i siti Yepp europei o altre reti affini.

 

L’approccio utilizzato è il «circolo Yepp di cambiamento», cioè un metodo dove si susseguono azioni di progettazione, attuazione, valutazione e riprogettazione di quei percorsi dove i giovani sono i veri protagonisti.

 

Il metodo comprende:

  • Creazione e formazione del gruppo locale dei giovani Yepp;
  • Individuazione da parte del gruppo Yepp di un progetto da realizzare attraverso lo spirito di gruppo e la progettazione partecipata;
  • Costruzione partecipata del «piano di monitoraggio e di valutazione».

 

Le tappe del metodo Yepp a Catania sono state:

 

  • 2014-2015: nasce il progetto Centro You&Me di Via Rametta, viene avviata la formazione ai valutatori e ricercatori e si intraprende un percorso di analisi del territorio e delle associazioni presenti. Presentato il metodo Yepp alle realtà sociali;

 

  • 2015-2016: messa in atto del piano operativo al Centro You&Me, con la realizzazione del laboratorio teatrale, il club del libro, il cineforum e l’attività “ricevi donando”, che consistente nella raccolta di indumenti, alimenti e materiale scolastico da destinare alle famiglie bisognose, grazie alla collaborazione dei Centri di prossimità della Fondazione Ebbene;

  • 2016-2017: le azioni realizzate al Centro You&Me vengono diffuse al Polo Educativo Villa Fazio. Le attività riguardando laboratori ludico-ricreativi, supporto scolastico, laboratori teatrali e creazione di orti sociali;

  • 2017-ad oggi: attività dei Centri di aggregazione.
Create Website | Free and Easy Website Builder